La legna giusta è tutto!

La scelta della legna per il proprio camino è molto importante. La legna giusta è tutto!

Il riscaldamento a legna è particolarmente sostenibile da un punto di vista ambientale questo se vengono usate alcune accortezze, ad esempio è sicuramente meglio scegliere legna locale in modo da mantener bassi i costi di trasporto e produzione, l’essiccazione se avviene in maniera naturale può essere realizzata all’aperto basta evitare che la pioggia cada direttamente sulla catasta.

E’ bene sapere che la legna appena tagliata può contenere sino al 75% di umidità e quindi non brucerebbe bene nel camino o nella stufa è necessario prima stagionarla, più sarà asciutta maggiore sarà la resa in termini di calore, senza contare che bruciare legna non sufficientemente stagionata può causare dei residui nella canna fumaria con difficoltà di combustione non da poco.

La durata comunque dipende molto anche dal tipo di legno e, in caso di alberi non perenni da quando viene eseguito il taglio, perché negli alberi decidui la linfa non scorre in inverno e, se tagliati in questo periodo, avranno già un contenuto di umidità già basso in partenza. Queste indicazioni valgono come regole generali, e conoscere il contenuto di umidità del legno è importante per valutare possibili eccezioni.
• Essenze come la betulla, la robinia e l’acacia si asciugano poco con la stagionatura, in quanto hanno già un basso contenuto di umidità in partenza. D’altro canto, essenze come l’acero, il pioppo o il tiglio traggono beneficio dalla stagionatura, e molti altri legni hanno una stagionatura variabile.
• E’ importante capire che la legna non ha bisogno di essere stagionata più a lungo del necessario, in quanto una stagionatura più lunga toglie potere calorico scomponendo i composti chimici alla base delle resine contenute nel legno, e quindi non è necessariamente vero che un tempo più lungo di stagionatura dia un risultato migliore.
• Esistono strumenti per misurare il livello di umidità del legno, per una corretta valutazione dello stato di stagionatura. Un semplice igrometro (misuratore di umidità) ha un costo relativamente basso e andrebbe consigliato il suo acquisto ad ogni consumatore di legna da ardere.

By | 2018-02-10T17:27:18+00:00 febbraio 12th, 2018|legna|
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: