Proteggere la legna dall’umidità e dalla pioggia, sai come fare?

Sai come proteggere la legna dall’umidità e dalla pioggia?

La legna appena tagliata contiene più o meno il 50% di umidità e se bruciata produce una grande quantità di fumo, diminuendo anche in termini di combustione.

Vediamo insieme qualche consiglio pratico su come fare.

Un ottimo sistema qualora non si abbia un posto chiuso o riparato è quello di coprirla con un telo di plastica, meglio se trasparente, questo sia per ripararla dalla pioggia sia per focalizzare il calore dei raggi del sole. Sembra scontato ma non lo è, è fondamentale che sia riposta in maniera ordinata sopra dei mattoni o meglio sopra una pedana ma soprattutto non a contatto diretto con il terreno eliminando così il problema dell’umidità proveniente dal basso.

L’ideale rimane la costruzione di una legnaia, che necessita di uno spazio minimo, dai 4 agli 8 metri quadrati. La legnaia consente di conservare la legna da ardere al riparo. Costruire una legnaia non è difficile, possibilmente dovrebbe avere due o tre lati chiusi. La legna può essere riparata con una legnaia coperta che porta sui tre lati un foglio di plexiglas, all’interno della quale si può riporre la legna tenendo a mente che gli strati più esterno faranno da “muretto di contenimento” quindi è sicuramente indicato usare i ciocchi più regolari e simili per lunghezza e dimensioni.

By | 2018-03-05T10:36:58+00:00 marzo 5th, 2018|legna|
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: